Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea

indietro        Quaderni        avanti

Da Garibaldi al socialismo
L'evoluzione politica di un ferroviere veronese: Luigi Domaschi
Marco Squarzoni
Verona, Cierre, 2001 (Quaderno 8)
pp. 112, € 10,33

.

Nel ripercorrere i momenti salienti della vita pubblica di Luigi Domaschi (1839-1908), l’autore offre uno scorcio della Verona post-unitaria visto da una prospettiva poco usuale: quella del nascente operaismo e delle sue associazioni, dell’evoluzione di una classe che, rifiutando progressivamente il ruolo subalterno in cui è relegata, è alla ricerca di mezzi e occasioni che le permettano di far sentire la propria voce e di manifestare il proprio desiderio di cambiamento.Partendo dalle prime associazioni di mutuo soccorso, animate da un puro spirito solidaristico, per giungere a forme di impegno politico più mature e coscienti, dal mazzinianesimo degli albori dell’operaismo italiano e veronese fino all’adesione a idee e programmi socialisti, la biografia di Luigi Domaschi consente di gettare uno sguardo più attento ad un aspetto della storia veronese senz’altro poco conosciuto e approfondito.