Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea

indietro        Quaderni        avanti

"Voce di un naturalista veronese del Novecento. Scienza, cultura e vita quotidiana"
di Sandro Ruffo
Verona, Cierre, 2010 (Quaderno 17)
pp. 212, € 12,00

In queste pagine autobiografiche scorrono ritratti di donne e uomini, racconti di affetti e amicizie, esperienze di vita e intensi ricordi, sul filo di una precoce e inesausta passione per il "bel mestiere del naturaista, che consente di lavorare divertendosi"

Sandro Ruffo è nato a Soave (Verona) il 26 agosto 1915 ed è morto a Verona il 7 maggio 2010. 
Laureato a Bologna in Scienze agrarie nel 1938, dopo la seconda guerra mondiale e la prigionia in Germania come militare internato, divenne nel 1945 conservatore zoologo e, nel 1964, direttore del Museo civico di Storia Naturale di Verona. 
Autore di oltre 300 lavori scientifici di carattere tassonomico e biogeografico comparsi in pubblicazioni italiane e straniere, editor e coautore dell’opera monografica The Amphipoda of the Mediterranean pubblicata dall’Institut Océanographique di Monaco, si è occupato principalmente di Faunistica e Biogeografia del Mediterraneo. 
Socio nazionale dell’Accademia Nazionale dei Lincei, medaglia d’oro dei Benemeriti della Cultura, presidente del Comitato Tecnico della Fauna presso il ministero dell’Ambiente, socio fondatore dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (anms) della quale è stato presidente dal 1973 al 1980, nel 2007 gli è stata conferita dall’Università di Bologna la laurea ad honorem in Conoscenza e gestione del patrimonio naturale.