Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea

indietro        Quaderni        avanti

Estate partigiana
In montagna con la Osoppo. Diario 1944-1945

Franco de' Franceschi, a cura di Lorenzo Rocca
Verona, Cierre edizioni, 2004 (Quaderni, 11)
pp. 296, € 14,50

Roma, marzo 1944: Franco de Franceschi, fresca recluta dell'esercito di Salo', parte verso nord, per un viaggio che lo porta a Sacile, in Friuli, dove sceglie di disertare e salire in montagna per unirsi ai partigiani. Di questa esperienza egli racconta in un diario-memoria da cui scaturisce un quadro di vita partigiana, e dove si puo' leggere una descrizione concreta di alcuni momenti chiave della resistenza armata. Attraverso la narrazione spontanea e immediata dell'autore si coglie il non facile percorso che un giovane italiano, nato e cresciuto all'ombra del regime, deve compiere per giungere, e poi per riconfermare o meno, la scelta di combattere il nazifascismo.

Franco de' Franceschi (1923-1999) nasce a Roma da una nobile famiglia di origini istriane. Nell'estate del 1944 è partigiano nel battaglione "Piave" della V Brigata Osoppo Friuli, attivo sulle montagne Pordenonesi. Dopo la guerra lavora come giornalista per "Il Mattino" di Napoli, il "Corriere di Sicilia", "L'Arena" di Verona.

Lorenzo Rocca, ricercatore dell'Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'eta' contemporanea, ha pubblicato per Cierre edizioni il volume Verona repubblichina (1996).