ANSA, 23 luglio 2007

 

DESTRA IN ISTITUTO RESISTENZA VR: ANPI, VIVA PROTESTA

   (ANSA) - VERONA, 23 LUG - La Presidenza dell'Anpi del Veneto ha espresso oggi, in una nota, "la più viva protesta per il fatto che il Comune di Verona ha nominato uno skinhead e una post-fascista nel Consiglio dell'Istituto Storico dellaResistenza".
   La contrarieta' alla scelta del Consiglio comunale di Verona, spiega la nota, è data "non solo per l'aperta contraddizione politica culturale e lesiva della memoria storica della Resistenza". "Ci si dimentica - afferma l'Anpi - una cosa essenziale: la Resistenza antifascista e antinazista, la proclamazione della Repubblica, l'approvazione della Costituzione sono costate dolorosi sacrifici, tanti lutti e rovine, ma sono state il frutto di una unità' democratica che va dalla sinistra alla destra liberale e monarchica".
   "Non a caso - sottolinea la nota - la Costituzione è un documento antifascista che esplicitamente vieta 'la riorganizzazione del disciolto partito fascista sotto qualsiasi forma', come afferma la sua XII Disposizione".
   La presidenza dell'Anpi esprime quindi "la certezza che l'atto compiuto a Verona non turberà, nè farà deviare, il serio e positivo lavoro di ricerca storica del periodo 1943-1945 e epoche successive a cui l'Istituto veronese da anni si dedica". Si augura inoltre, conclude la nota, "che la convivenza nell'Istituto possa indurre i due nuovi rappresentati del Comune a nuove riflessioni e a rivedere il loro pensiero ispirandolo ai valori e agli ideali della democrazia,  della Resistenza e della Carta Costituzionale".(ANSA).


DESTRA IN ISTITUTO RESISTENZA VR: MASCARIN (DS), VERGOGNOSO

   (ANSA) - VERONA, 23 LUG - "Siamo sbalorditi e indignati per la scelta del Consiglio comunale di Verona, a salda maggioranza di centrodestra, di nominare il dirigente del movimento Fiamma Tricolore Andrea Miglioranzi membro del Consiglio direttivo dell'Istituto veronese per la Resistenza". Lo afferma Samuele Mascarin, organizzatore nazionale della Sinistra giovanile dei Ds.
   Si tratta, ha proseguito, di "una scelta provocatoria alla luce della storica militanza di Miglioranzi nell'estrema destra veneta, testimoniata anche dalla sua pluriennale attivita' nel gruppo musicale skinhead Gesta Bellica". "Non può sfuggirci che questo è uno dei primi emblematici atti politici della maggioranza di centrodestra guidata dal nuovo Sindaco di Verona Flavio Tosi", rileva Mascarin.
   "Come Sinistra giovanile ci auguriamo che da subito non solo il mondo democratico e antifascista, ma anche le Istituzioni si attivino - conclude l'esponente Ds - affinchè la nomina di Miglioranzi venga sospesa e revocata e si impedisca che all'Istituto veronese per la Resistenza sia delegato un esponente dell'estrema destra già condannato nel 1996 a tre mesi di carcere per istigazione all'odio razziale".(ANSA).